Calorimetria a Scansione Termica Differenziale

La calorimetria a scansione differenziale (DSC) è un metodo termico nel quale viene misurata, in funzione della temperatura del campione, la differenza tra i flussi termici nella sostanza ed in un riferimento mentre entrambi sono sottoposti ad un programma controllato di temperatura.

Dewetting

In fluid mechanics, dewetting is one of the processes that can occur at a solid–liquid or liquid–liquid interface. Generally, dewetting describes the rupture of a thin liquid film on the substrate (either a liquid itself, or a solid) and the formation of droplets.

Durezza Brinell

La durezza è un valore numerico che indica le caratteristiche di deformabilità plastica di un materiale. È definita come la resistenza alla deformazione permanente. Le prove di durezza determinano la resistenza offerta da un materiale a lasciarsi penetrare da un altro (penetratore). Esistono diverse scale per misurare la durezza dei materiali. La scala Brinell è una scala di valori ricavati dalla prova di durezza dei materiali con il metodo Brinell. È stata ideata dal metallurgista svedese Johan August Brinell (1849 - 1925). Durante la prova viene esercitata pressione su di un metallo, tramite un penetratore, per poi misurarne in seguito il diametro dell'impronta da esso lasciata. Come altre prove di questo tipo è standardizzata dalle norme internazionali al fine di garantire la comparabilità di valori di durezza per una corretta valutazione delle caratteristiche dei materiali.

Eutettico

Un eutettico, o miscela eutettica o azeotropo eterogeneo, (dal greco eu = buono, facile; tettico = da fondere) è una miscela di sostanze il cui punto di fusione è più basso di quello delle singole sostanze che la compongono (da cui il nome "facile da fondere"). Nel diagramma di fase viene identificato da un punto che corrisponde ad un equilibrio invariante. Una miscela eutettica, ad un determinato valore di pressione costante, è caratterizzata da un ben determinato rapporto in peso tra i suoi costituenti e da un ben determinato valore di temperatura eutettica.

Flussante

Il flussante (in inglese flux) è un prodotto chimico utilizzato per preparare la superficie metallica alla saldatura. Tutte le superfici metalliche esposte all’aria tendono a creare composti con i gas ivi contenuti e si rivestono di un sottile strato di ossido (passivazione): la sua asportazione è detta depassivazione o decapaggio. Il flussante utilizzato in elettronica ha tre funzioni:

  1. depassivare le superfici da saldare;
  2. proteggere temporaneamente le superfici fino alla saldatura;
  3. favorire la bagnatura delle superfici da parte della lega saldante.

Leghe SAC

Leghe di composizione SnAgCu. Di questa famiglia di leghe sono state studiate innumerevoli varianti tra le quali se ne stanno affermando alcune: in Giappone è preferita la lega SNAG3.0CU0.5, a minor costo, in America sono utilizzate le leghe SNAG3.5CU0.7, SNAG3.8Cu0.7, SNAG3.9CU0.7.

RoHS (normativa)

La Direttiva RoHS è la normativa 2002/95/CE (chiamata comunemente RoHS dall'inglese: Restriction of Hazardous Substances Directive) adottata nel febbraio del 2003 dalla Comunità europea. La normativa impone restrizioni sull'uso di determinate sostanze pericolose nella costruzione di vari tipi di apparecchiature elettriche ed elettroniche.
La Direttiva 2011/65/CE (RoHS 2) aggiorna e sostituisce la Direttiva 2002/95/CE. Rispetto alla precedente formulazione sono stati eliminati i collegamenti alla normativa RAEE, ad esempio per quanto riguarda l’elenco delle apparecchiature incluse nel campo di applicazione, il quale viene invece definito all’allegato I della nuova direttiva.
A tal proposito, il campo di applicazione della nuova direttiva è sostanzialmente ampliato con l’aggiunta di una nuova categoria che include tutte le AEE non coperte da alcuna delle altre 10 categorie (open scope).

Spettrofotometria ad emissione (ICP)

Un gas allo stato di plasma (uno stato fisico della materia simile a quello gassoso, formato da atomi per la maggior parte ionizzati) ad elevata temperatura (circa 10.000 C°), può essere usato come mezzo di eccitazione molto efficace per una tecnica di analisi in emissione di molti elementi chimici, detta appunto spettrometria di emissione su plasma (ICP = (Inductively Coupled Plasma),).

Tecnica SEM

SEM (Scanning electron microscope) è uno strumento analitico che permette di osservare la morfologia dei materiali ingrandita fino a 100.000 volte, su aree di alcuni mm2 e con una risoluzione variabile da 1 a 20 nm, mettendo inoltre in luce, tramite opportune modifiche strumentali, altre caratteristiche della sostanza esaminata come la composizione atomica media e locale, le differenze di composizione atomica tra le varie parti dell’area esaminata, ecc.
Nella tecnica SEM, Scanning Electron Microscopy, un fascio di elettroni colpisce il campione che si vuole osservare; il fascio non è fisso ma viene fatto scansire. Dal campione vengono emesse numerose particelle tra cui elettroni secondari, che vengono rilevati da uno speciale rivelatore e convertiti in impulsi elettrici.

Tecnica UV-VIS

La spettrofotometria di assorbimento è una tecnica strumentale di indagine che fornisce importanti informazioni sulla natura e su altri importanti parametri sia di composti organici sia inorganici. Essa consiste nel far interagire una radiazione luminosa con la materia in esame e nel misurare l’entità dell’assorbimento relativo ad una ben precisa lunghezza d’onda oppure, a seconda degli scopi, a lunghezze d’onda comprese in una zona di spettro delle onde elettromagnetiche più o meno ampia. In funzione della lunghezza d’onda della luce utilizzata si parla di spettrofotometria UV-VIS (ultravioletta e visibile) e di spettrofotometria IR (infrarossa)